ECOBONUS 2020

Il bonus mobili ed elettrodomestici è una detrazione Irpef per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione.

Potrai scaricare fino al 50% su un massimo di 10.000 euro di spesa, comprensivi di eventuali spese di trasporto e montaggio. La detrazione sarà ripartita in dieci quote annuali di importo uguale.

Chi può beneficiare della detrazione?

Possono beneficiare della detrazione tutti coloro che acquistano mobili ed elettrodomestici nuovi nel 2020 e che hanno realizzato interventi di ristrutturazione edilizia a partire dal 1° gennaio 2019. Per usufruire dell'agevolazione è necessario che la data di inizio lavori sia anteriore a quella in cui sono sostenute le spese per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici.

ALCUNI DEI GRANDI ELETTRODOMESTICI CHE POSSONO BENEFICIARE DELL'ECOBONUS:

  • frigoriferi
  • congelatori
  • lavatrici
  • asciugatrici
  • lavastoviglie
  • piani cottura (non hanno classe energetica ma sono contemplati)
  • forni a microonde
  • piastre riscaldanti elettriche
  • apparecchi elettrici di riscaldamento
  • apparecchi per il condizionamento


COME ACQUISTARE SU ONLINESTORE PER BENEFICIARE DELL'ECOBONUS:

Per beneficiare dell'ecobonus presenta in sede di dichiarazione dei redditi la fattura e la copia del pagamento effettuato dove ci sia indicata la data di acquisto. Il 50% ti sarà "rimborsato" in 10 anni.

Modalità di pagamento compatibili:
- Bonifico bancario parlante (indicare come causale il numero dell'ordine e la data dell'ordine)
- Carta di credito o debito

I documenti da conservare sono: l’attestazione del pagamento (ricevuta del bonifico, ricevuta di avvenuta transazione, per i pagamenti con carta di credito o di debito, documentazione di addebito sul conto corrente) le fatture di acquisto dei beni, riportanti la natura, la qualità e la quantità dei beni e dei servizi acquisiti.

Lo scontrino che riporta il codice fiscale dell’acquirente, insieme all’indicazione della natura, della qualità e della quantità dei beni acquistati, è equivalente alla fattura.

Nel caso di pagamenti con carta di credito, se sullo scontrino manca il codice fiscale, la detrazione è comunque ammessa se in esso è indicata natura, qualità e quantità dei beni acquistati e se esso è riconducibile al contribuente titolare della carta in base alla corrispondenza con i dati del pagamento (esercente, importo, data e ora).

Per ulteriori informazioni, gli aggiornamenti e le normative complete visita il Sito ufficiale dell'agenzia delle Entrate.

Prodotto aggiunto alla Lista dei Preferiti
Prodotto aggiunto al comparatore